Il testamento: di che cosa si tratta, a chi spetta l’eredità e come risolvere problemi tra i beneficiari.

L’eredità.

Si parla di eredità quando si vuole indicare l’intero patrimonio di una persona. Non si tratta solo di denaro liquido e conti correnti ma anche di tutti i suoi altri beni come case, macchine, gioielli, dipinti, etc. Di solito, le persone abbienti hanno una considerevole eredità ed è necessario amministrarla grazie all’intervento di un notaio. L’eredità passa agli eredi solo quando il proprietario è deceduto.

Il testamento.

La legge in vigore prevede dei soggetti beneficiari dell’eredità, nel caso in cui no sia stato previsto nulla di dettagliato da parte del soggetto deceduto. Il testamento è proprio il documento con cui una persona definisce la divisione del suo patrimonio dopo la sua dipartita. Con il testamento, il soggetto può indicare persone che la legge non comprende come per esempio i compagni non legalmente sposati, che non avrebbero nessun diritto sull’eredità. Il testamento non può essere fatto su un pezzo do carta qualsiasi ma perché abbia validità deve essere redatto di fronte un notaio che certifica l’autenticità del documento, il quale avrà valore legale al di sopra delle disposizioni di legge.

I beneficiari.

I beneficiari che ricevono un parte del patrimonio sono identificati dalla legge come il coniuge e i figli in primis. Poi il patrimonio vien spartito ai fratelli e alle sorelle del defunto. Nel caso in cui il defunto non abbia parenti stretti, l’eredità passa al parente più prossimo ancora in vita.

Controversie.

Può accadere che il testamento non preveda uno dei beneficiari che ci si aspetterebbe allora sorgono controversie. È possibile impugnare le volontà testamentarie e farle controllare da un esperto che verifichi la correttezza dal documento e la sua validità. Ci son persone che cercano apposta dei soggetti anziani e benestanti per essere introdotte nel testamento all’ultimo. Se il documento è ritenuto valido da in investigatore privato Roma non c’è nulla da obiettare. Nemmeno rivolgendosi a un Tribunale è possibile cambiare la spartizione del patrimonio.

Per info e prenotazioni dell’investigatore privato Roma: www.investigatore-privatoroma.it .